Azioni Nvidia: sono davvero un buon investimento?

Entrando nell’ ambito delle migliori azioni, in particolare delle aziende riguardanti il settore informatico  e tecnologico più in generale, Nvidia rappresenta una delle aziende che hanno subito il maggiore incremento negli ultimi anni, grazie alla crescente produzione di processori informatici, soprattutto grafici, e lo sviluppo di processori mobili.

La storia delle quotazioni Nvidia

L’azienda nacque nel 1993 in California e concentrò fin dall’inizio la propria produzione sulla creazione e progettazione di  processori grafici rivolti al mondo del PC. Nel 1999 il numero di unità vendute era maggiore di dieci milioni e la società veniva quotata per la prima volta all’indice NASDAQ. A partire da qel momento, andarono a succedersi scelte mirate ad aumentare il valore del titolo sul mercato, arrivando anche ad acquistare la concorrente 3dfx nel 2000 e di Ageia Technologies dopo otto anni.

Priorità allo sviluppo

Il focus di Nvidia è principalmente mirato alla produzione di schede grafiche informatiche, spendendo molto del suo budget in questo campo evitando, saggiamente, di adagiarsi sugli allori. Nvidia ha approfittato in questi anni dell’ incremento di domanda di schede grafiche cavalcando l’onda del successo, non mancando però di rivolgere la propria attenzione al futuro e ai nuovi risvolti del mercato.

Le schede grafiche e processori grafici sono un ambito in cui lavorano diversi gruppi e Nvidia vede la concorrenza delle più conosciute AMD e Intel, ma anche aziende più piccole quali S3 Graphics, Via e SIS che stanno iniziando a crescere all’interno del mercato.

Molte partnership degne di nota sono state strette da Nvidia in questi ultimi anni, tra cui ricordiamo quella con Ubisoft nel 2013, o quella del 2016 con Tesla Motors . Nvidia è partner oltretutto di Bosch e Volvo, assieme alle quali progetta di sistemi di guida autonomi per arrivare a programmare automobili automatiche entro i prossimi 3 anni.

conviene puntare su Nvidia?

 Il titolo Nvidia è stato protagonista di buoni risultati negli ultimi anni, con un 2016 concluso con un aumento di fatturato del 38% e con gli utili arrivati al 171%,  cifre a vantaggio sia dell’azienda, sia degli azionisti del gruppo che sono tornati a investire con rinnovato vigore. La divisione Gaming di Nvidia si è rivelata la più remunerativa, con un fatturato registrato di 1,34 miliardi di dollari corrispondente a un incremento del 66%.

Se vogliamo proprio dire qualche problemino legato ad Nvidia, possiamo parlare di come  Nvidia sia ancora leggermente indietro nella produzione di dispositivi mobili rispetto alle aziende concorrenti, settore in cui il gruppo fa fatica a imporsi e in cui dovrà probabilmente prendere qualche provvedimento, anche perché il settore mobile è in continua crescita ormai da diversi anni a questa parte.

Un lancio verso il futuro

La buona presenza di Nvidia all’ interno del mercato mondiale lancia Nvidia verso buone prospettive future e un aumento di popolarità del marchio: una cosi grande diffusione permette al gruppo di non riscontrare particolari problemi anche di fronte a crisi economiche locali.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *